Che fare

Poche cose, ma efficaci.

  • Ridare dignità al lavoro di tutti, dal personale tecnico amministrativo ai docenti.
  • Dare la possibilità ai giovani, una volta finiti gli studi e con i requisiti necessari, di entrare nelle università e fare ricerca e didattica senza restare precari a vita.
  • Dare alle università un governo democratico, dove tutti gli interessati, studenti compresi, abbiano voce e decidano su funzionamento e indirizzi.

Le università hanno bisogno di un governo che non sia autoreferenziale, ma aperto al territorio e alla sua vocazione economica, ossia alle istituzioni pubbliche e alle imprese. Ma in reciproca autonomia. Perché gli studi non sempre hanno ricaduta immediatamente pratica. Questo è il valore dell'università pubblica.

Abbiamo bisogno che le nostre università attraggano studenti da tutto il mondo, favoriscano il completamento degli studi in modi che si aumenti il numero dei laureati, che nel nostro paese è troppo basso.

Le idee non mancano. La FLC CGIL ha lanciato alcune proposte. Discutile, sostienile se le condividi, arricchiscile... Partecipa anche tu con le tue idee ai forum aperti su questo sito.