Nuova campagna del WWF

Riparte dalle Oasi, e dalla squadra di esperti e volontari che ogni giorno le proteggono, la nuova campagna di raccolta fondi WWF per salvare la natura italiana, inestimabile bene comune fatto di specie rare, meravigliosi habitat, servizi naturali indispensabili alla nostra vita, minacciati dalla cementificazione selvaggia, dal bracconaggio, dallo sfruttamento indiscriminato delle risorse, dall’illegalità. In quasi cinquant’anni di storie sul campo il WWF è riuscito a salvare 37.000 ettari di natura creando oltre 100 Oasi in tutta Italia, protette e aperte al pubblico. Ma le minacce continuano e serve un’azione quotidiana.

Oggi più che mai il WWF chiede l’aiuto di tutti, per continuare questa imponente azione di tutela a beneficio di tutti gli italiani, nonostante risorse sempre più ridotte a causa della crisi economica e di politiche sconsiderate: dal 5 al 26 maggio si dona al 45506, via sms o chiamata, per mantenere questo patrimonio e creare due nuove oasi: una “Casa per l’Orso” in Trentino, dove il raro simbolo delle nostre montagne - ne restano circa 50 sulle Alpi, meno di 100 in tutta Italia - potrà trovare frutti e spazi sicuri evitando incontri con l’uomo e gli allevamenti che spesso gli sono fatali; e una “spiaggia sostenibile” in Sardegna, per proteggere una delle coste più selvagge nel nord dell’isola aprendola a un turismo responsabile e non invadente, modello da esportare per godersi il mare nel rispetto della natura. Negli ultimi due anni, grazie agli sms di tantissimi italiani, il WWF ha salvato nuove preziose aree di natura, come il Bosco dell’Arrone, sopravvissuto alla cementificazione del litorale romano, o la splendida spiaggia di Scivu ad Arbus, una delle più incontaminate della Sardegna. Ma la missione continua.

E il 19 maggio, per la “Giornata Oasi WWF”, Oasi aperte gratuitamente in tutta Italia con iniziative per tutte le età, per celebrare e scoprire insieme la bellezza della natura d’Italia, conoscere le persone che ogni giorno la tutelano e toccare con mano perché non possiamo proprio farne a meno.

Info e programmi su www.wwf.it.