modalità sciopero

14/10 - tiziana - 18 mi piace - 2 commenti
il "costo" economico per partecipare allo sciopero รจ per molti data la situazione economica, non sostenibile; mi si chiede, quale rappresentante rsu, e ci si chiede , se, pur rimanendo valida questa forma di protesta non sia il caso di pensare a modi differenti ma ugualmente incisivi per manifestare il proprio dissenso
COMMENTI
  • 16/10 - patrizia
    scelte di protesta
    Concordo pienamente con il punto di vista di Tiziana. Proprio qualche giorno fa nell'assemblea Cgil abbiamo sollevato questo problema anche perchè il prelievo ci viene tolto al lordo e che arriva, in alcuni casi, anche a 90€. Quando scioperammo in massa nel 2008 comunque la riforma Gelmini passò (75% di adesioni). In quei giorni lo Stato ringrazia perchè fa cassa, ancora una volta da noi. Le alternative di protesta devono essere visibili a tutti: per cui in un momento così vessatorio per noi (tassati come dipendenti, come pubbl. amm.ne, come docenti, come fruitori di una scuola povera e come cittadini) dovremmo fare presidi permanenti, ogni giorno per strada, nei nostri giorni liberi. A turno si darebbe il proprio contributo e si coprirebbe la settimana e le settimane...finchè le tv, la stampa e la radio non darebbero il giusto peso. Per mesi si è sentito parlare di Sara e zio Michele (giusto), di Yara (giusto), della Costa Concordia (giusto) e di noi???? SE NON ORA QUANDO...un invito ai sindacalisti per i PRESIDI DI PIAZZA PERMANENTI!
  • 16/10 - MARIO STRATI
    sciopero
    credo che il valore di una idea deve superare il lato economico
Partecipa

Contribuisci con le tue idee
alla discussione sui temi proposti
da Ricostruiamo l'Italia

Pubblica

Registrati
  • Facebook
  • Twitter
  • Youtube